soloillustratori

soloillustratori

giovedì 23 ottobre 2014

Hansi

Un articolo di Dindi






Se vi capita di fare un viaggio in Alsazia, non potete fare a meno di imbattervi nelle immagini disegnate da questo pittore - caricaturista. Ovunque giriate lo sguardo, una piccola alsaziana, o un bimbo o una cicogna, vi ricorderanno dove siete e vi parleranno del paese che state visitando. Se vorrete mandare una cartolina o comperare un piccolo souvenir, che sia un calendario, piuttosto che una scatola di biscotti,  le immagini che li decorano, saranno le sue: di Jean Jacques Waltz, conosciuto come Hansi o Oncle Hansi.
Perfino le insegne di alberghi e negozi sono ricavate dai suoi disegni.







Chi era costui?

Nacque a Colmar nel 1873, due anni dopo che l'Alsazia era stata annessa all'impero Germanico dopo la guerra franco-prussiana.
Lavorò come artista per l'industria tessile durante il periodo dell'occupazione tedesca e disegnò cartoline e programmi per gli eventi locali.
Iniziò a pubblicare lavori satirici nel 1908, sotto lo pseudonimo Hansi, deridendo principalmente i turisti tedeschi.
Nel 1912 il suo libro di satira Professor Knatschke divenne un best seller in Francia e Hansi prese ad incarnare il simbolo dell'Alsazia-pro Francia.
Fu imprigionato diverse volte dalle autorità germaniche per i suoi scritti satirici e alla fine, nel 1914, dovette fuggire da Colmar per partecipare alla guerra dalla parte dei francesi.
Anche durante la seconda guerra mondiale fu ricercato dalla Gestapo e dovette fuggire prima a Vichy e poi in Svizzera.
Morì nel 1951.

I motivi delle sue illustrazioni sono spesso scene idilliache di villaggi alsaziani, ma ad uno sguardo attento non sfuggiranno le mordenti caricature antitedesche.
Bellissimi i "ritratti" di vari villaggi dell'Alsazia.









































































































Nessun commento:

Posta un commento